Scusa.

Se ti stai chiedendo come sei finito su questo blog, bè tranquillo, anche il suo creatore si sta chiedendo come mai l’abbia aperto. Diciamo che l’idea di partenza sarebbe quella di scrivere su tutto ciò che riguarda la musica, o per lo meno ciò che più mi colpisce. Che sia un album, un artista, una singola canzone, una copertina, un testo, una news, una dichiarazione o l’ennesima foto imbarazzante di Axl Rose, non ha importanza. Dipende tutto dal mio cervello, se è funzionante ed interessato (il più delle volte non lo è). Poi ok, qui non ci sarà solo musica, ma anche altra roba che può riguardare cinema, letture, fumetti, sport, racconti, sogni, idee, intuizioni, considerazioni, frasi a casaccio, sms, polemiche, bestemmie, lividi e ossa rotte. Un blog è anche uno “sfogatoio”, e qui di sfoghi ne troverete abbastanza. Troverete pensieri intelligenti? Non credo. Affinate elucubrazioni? Proprio no. Acute analisi sulla contemporaneità e sul nostro destino? Non sono Marzullo. Quello che vi posso dire è che chi scrive non è un bot – cosa che di questi tempi non è da poco, diciamolo – quindi le cazzate che andrete trovando sul blog nascono dall’insieme di sangue, pelle, organi, sudore, paranoie e pippe mentali.

Lo dico in anticipo: la costanza non è la mia forza. Tutto dipende da come mi sveglio domani, ammesso che mi svegli. Perché può darsi che mando tutto a cagare e di punto in bianco smetto di premere tasti su una tastiera. “E sti cazzi!”, direte voi. C’avete ragione, c’avete.

Ma poi diciamocelo, ma chi ve la fa fare di leggere? Ecco, spegnete il pc, grattatevi dietro la schiena, fate un grosso sbadiglio, lanciate un’occhiata intorno e chiedetevi cosa state facendo. Cosa diavolo state facendo. Ma non ora, in generale, nella vostra vita.
Ecco, ci siamo capiti. Ti passo una birra. Salute.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito